GuIT

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Gli articoli del numero 23 di ArsTeXnica

Download dell'intero numero
Aprile 2017 (43,7 Mb)
(accessibile solo ai soci GuIT fino al 15/04/2018)

 

Editoriale

(Claudio Beccari)

 

Comporre in griglia

(Claudio Beccari)


Sommario

Nei manuali tipografici si raccomanda sempre di comporre appoggiando le righe del testo su una griglia ideale identica sul recto e sul verso di ogni singola pagina. Il motivo sarebbe quello di non lasciar trasparire il testo di una faccia della pagina se non nascondendone le righe dietro le righe dell'altra faccia.

È possibile farlo anche componendo con i programmi del sistema TeX ?

Abstract

Handbooks on typography always recommend to lay the written lines on both sides of the same page on an ideal grid identical for the recto and verso sides of each page. The motivation should be to avoid that the lines on one side of the page get visible while reading the other side of the same page.

Is it possible with the means of the various typesetting programs of the TeX system?

 

A Database Experiment With LuajitLaTeX

(Roberto Giacomelli)

Sommario

Oggigiorno i database sono tra le risorse più importanti in ogni moderna organizzazione. Molti sforzi vengono fatti affinché i dati siano sicuri, affidabili, strutturati tramite relazioni e immediatamente disponibili.

In ogni lavoro di produzione, i documenti contengono ogni sorta di dati che, nonostante tutto, vengono digitati a mano più e più volte, o copiati e incollati, oppure processati da strumenti esterni. 

Nel mondo TeX non esistono database con cui lavorare — TeX non è un reporting tool — tuttavia le cose sono cambiate grazie all'arrivo della nuova coppia LuaTeX e LuajitTeX.

Questo lavoro è una guida per l'utente a questo nuovo e potenziato mondo TeX spinto dal linguaggio Lua.

Abstract

Nowdays databases are among the most important resources in any modern organization. A lot of effort is done to keep data safe, reliable, structured by means of relationships and instantly available. 

Then in every production work, the related documents have plenty of different kind of data, but they are likely to be keyed again and again by hand or copy/pasted or processed by external tools. 

In the TeX world there aren't databases to work with—TeX is not a reporting tool—but things have been changed thanks to the new siblings LuaTeX and LuajitTeX. 

This paper is a user's guide to that new enhanced TeX world powered by Lua.

 

Storia della notazione musicale. Una ricognizione per immagini

(Werner Lemberg)

Sommario

La musica è stata ed è tuttora una parte essenziale della vita. Analogamente a quanto accaduto per la scrittura dei testi, anche su come scrivere la musica sono fiorite varie idee. Questo articolo cerca di mostrare, con molte immagini, le soluzioni escogitate lungo più di tremila anni di storia.

Abstract

Music was and is an essential part of life. Similar to writing text there were various ideas how to notate music, and this article tries to show, with many images, the found solutions in the course of more than 3000 years of history.

 

Riviste di aspetto complesso e composte a griglia con LaTeX

(Gianluca Pignalberi)

Sommario

Il presente articolo illustra alcune soluzioni trovate durante il lavoro di scrittura di una classe per comporre una rivista dall'aspetto abbastanza complesso e composta a griglia, precedentemente realizzata con InDesign.

Abstract

This paper shows some solutions found during the process of writing a class necessary to typeset a journal with a complex layout and grid-typeset, previously made with InDesign.


 

Foreign Function Interface in LuaTeX

(Hans Hagen, Luigi Scarso)

Abstract

We present a new Foreign Function Interface module for LuaTeX with the same API as ffi module. The paper shows some simple applications of a direct binding to a shared library and some tests done replacing the standard ConTeXt's Lua text shaper with Harfbuzz library's one. The results show that Harfbuzz performs better than Lua with some complex scripts like Arabic, while Lua is usually the best choice with a common Latin script. In that respect jit might come into the picture.

Sommario

Presentiamo un nuovo modulo Foreign Function Interface per LuaTeX con la stessa API di LuajitTeX. L'articolo illustra alcuni semplici casi di collegamento diretto con una libreria dinamica ed alcuni test fatti sostituendo il text shaper in Lua di ConTeXt con quello della libreria Harfbuzz. I risultati mostrano che Harfbuzz ha prestazioni migliori nel caso di alfabeti complessi come l'arab, mentre Lua è la scelta migliore per quelli latini. In questo contesto jit potrebbe avere un ruolo importante.